Post in evidenza

BenVenuti

Benvenuti nel mio neonato blog!!!!  Ormai le foto, gli appunti e le informazioni stavano diventando troppe per una pagina di Facebook, ...

domenica 1 maggio 2016

Savoiardi - Ricetta di Leonardo Di Carlo

Il mio primo tentativo di savoiardo... non bellissimi ma molto buoni, friabili e leggeri..... e hanno perfettamente assolto alla loro funzione ...

Il Savoiardo è una delle più antiche preparazioni di pasticceria piemontese; sono biscotti leggeri e molto friabili, di forma oblunga e costituiscono l'elemento base di alcuni dei più famosi dolci italiani, quali la Zuppa inglese e il Tiramisu, nonchè poi di altri dolci rinomati - esempio la torta Charlotte.
Possono comunque essere gustati semplicemente con zabaione, oppure con il tè o con del moscato.

La prima realizzazione risalirebbe agli anni intorno al 1348, quando il capo cuoco di Amedeo VI di Savoia, li servì in occasione di un fastoso pranzo organizzato per la visita del Re di Francia. Da quel momento i "savoiardi" vennero adottati ufficialmente dalla Casa Reale Savoia.

I savoiardi, sono comunque anche la specialità della città francese di Yenne, sul lago di Bourget, di appartenenza dei Duchi di Savoia.

Il savoiardo è una massa montata leggera.

Dalla ricetta originale, sono nate poi le ricette di altre preparazioni base, quale il Pan di Spagna.

Ingredienti per circa 500 gr :

180 gr Albumi
110 gr Zucchero semolato
2 gr Buccia di limone grattugiata
1 gr Sale
100 gr Tuorli
63 gr Fecola di patate

Iniziare a montare in planetaria gli albumi; appena si forma la schiuma, aggiungere a pioggia lo zucchero, la buccia di limone e il sale. Continuare a montare fino ad ottenere un composto cremoso e fermo. Intanto con la frusta a mano sbattere i tuorli e setacciare due volte la farina con la fecola di patate. 
Quando gli albumi saranno ben montati, aggiungere i tuorli e infine le farine, mescolando delicatamente con una spatola fino ad incorporarli bene, senza far smontare il composto. 
Infine mettere in sac a poche e stendere il composto su teglia coperta di carta forno, formando una striscia accanto all'altra tenendo conto che in cottura cresceranno. Cospargere di zucchero a velo e zucchero semolato.
Cuocere a circa 180° (forno ventilato) e 200° (statico) per 8/10 minuti, con valvola chiusa per i primi 5/8 minuti.
Lasciare raffreddare.



Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuti nella sezione commenti. Fate pure tutte le domande, risponderò entro il giorno seguente...